Google si impegna a promuovere l'equità razziale per le comunità nere. Vedi come.
Questa pagina è stata tradotta dall'API Cloud Translation.
Switch to English

Inizia con Cloud Storage per Unity

Cloud Storage per Firebase ti consente di caricare e condividere contenuti generati dagli utenti, come immagini e video, che ti consentono di creare contenuti multimediali nelle tue app. I tuoi dati sono archiviati in un bucket Google Cloud Storage , una soluzione di archiviazione di oggetti in scala exabyte con elevata disponibilità e ridondanza globale. Cloud Storage ti consente di caricare in modo sicuro questi file direttamente da dispositivi mobili e browser Web, gestendo con facilità reti imprevedibili.

Prima di iniziare

Prima di poter utilizzare Cloud Storage , è necessario:

  • Registra il tuo progetto Unity e configuralo per usare Firebase.

    • Se il tuo progetto Unity utilizza già Firebase, è già registrato e configurato per Firebase.

    • Se non si dispone di un progetto Unity, è possibile scaricare un'app di esempio .

  • Aggiungi l' SDK di Firebase Unity (in particolare, FirebaseStorage.unitypackage ) al tuo progetto Unity.

Si noti che l'aggiunta di Firebase al progetto Unity implica attività sia nella console Firebase che nel progetto Unity aperto (ad esempio, scaricare i file di configurazione di Firebase dalla console, quindi spostarli nel progetto Unity).

Creare un bucket di archiviazione predefinito

  1. Dal riquadro di navigazione della console di Firebase , selezionare Archiviazione , quindi fare clic su Inizia .

  2. Rivedere i messaggi sulla protezione dei dati di archiviazione utilizzando le regole di sicurezza. Durante lo sviluppo, considera la possibilità di impostare le tue regole per l'accesso del pubblico .

  3. Seleziona una posizione per il secchio di archiviazione predefinito.

    • Questa impostazione di posizione è la posizione della risorsa Google Cloud Platform (GCP) predefinita del tuo progetto. Si noti che questa posizione verrà utilizzata per i servizi GCP nel progetto che richiedono un'impostazione di posizione, in particolare il database Cloud Firestore e l' app App Engine (necessaria se si utilizza Cloud Scheduler).

    • Se non riesci a selezionare un percorso, il tuo progetto ha già un percorso di risorse GCP predefinito. È stato impostato durante la creazione del progetto o durante l'impostazione di un altro servizio che richiede un'impostazione della posizione.

    Se fai parte del piano Blaze, puoi creare più bucket , ognuno con la propria posizione .

  4. Fai clic su Fine .

Imposta l'accesso pubblico

Cloud Storage for Firebase fornisce un linguaggio di regole dichiarativo che consente di definire come devono essere strutturati i dati, come devono essere indicizzati e quando i dati possono essere letti e scritti. Per impostazione predefinita, l'accesso in lettura e scrittura all'archiviazione è limitato, pertanto solo gli utenti autenticati possono leggere o scrivere dati. Per iniziare senza impostare l' autenticazione , è possibile configurare le regole per l'accesso pubblico .

Questo rende lo spazio di archiviazione aperto a chiunque, anche alle persone che non utilizzano l'app, quindi assicurati di limitare nuovamente lo spazio di archiviazione quando configuri l'autenticazione.

Accedi alla classe FirebaseStorage

Firebase.Storage.FirebaseStorage è il punto di ingresso per Cloud Storage Unity SDK.

// Get a reference to the storage service, using the default Firebase App
FirebaseStorage storage = FirebaseStorage.DefaultInstance;

Sei pronto per iniziare a utilizzare Cloud Storage!

Innanzitutto, impariamo come creare un riferimento di archiviazione cloud .

Impostazioni avanzate

Esistono alcuni casi d'uso che richiedono un'installazione aggiuntiva:

Il primo caso d'uso è perfetto se hai utenti in tutto il mondo e desideri archiviare i loro dati vicino a loro. Ad esempio, è possibile creare bucket negli Stati Uniti, in Europa e in Asia per archiviare i dati per gli utenti in tali aree per ridurre la latenza.

Il secondo caso d'uso è utile se si dispone di dati con schemi di accesso diversi. Ad esempio: è possibile impostare un bucket multi-regionale o regionale che memorizza immagini o altri contenuti a cui si accede frequentemente e un bucket nearline o coldline che memorizza i backup degli utenti o altri contenuti a cui si accede raramente.

In uno di questi casi d'uso, ti consigliamo di utilizzare più bucket di archiviazione .

Il terzo caso d'uso è utile se stai creando un'app, come Google Drive, che consente agli utenti di disporre di più account di accesso (ad esempio, un account personale e un account di lavoro). Puoi utilizzare un'istanza dell'app Firebase personalizzata per autenticare ciascun account aggiuntivo.

Usa più secchi di archiviazione

Se si desidera utilizzare un bucket di archiviazione diverso da quello predefinito sopra o utilizzare più bucket di archiviazione in un'unica app, è possibile creare un'istanza di FirebaseStorage che fa riferimento al bucket personalizzato:

// Get a non-default Storage bucket
var storage = FirebaseStorage.GetInstance("gs://my-custom-bucket");

Lavorare con i secchi importati

Quando importi un bucket di archiviazione cloud esistente in Firebase, dovrai concedere a Firebase la possibilità di accedere a questi file utilizzando lo strumento gsutil , incluso in Google Cloud SDK :

gsutil -m acl ch -r -u firebase-storage@system.gserviceaccount.com:O gs://<your-cloud-storage-bucket>

Ciò non influisce sui bucket appena creati, poiché quelli hanno il controllo di accesso predefinito impostato per consentire Firebase. Questa è una misura temporanea e verrà eseguita automaticamente in futuro.

Usa un'app Firebase personalizzata

Se stai creando un'app più complicata utilizzando un'app FirebaseApp personalizzata, puoi creare un'istanza di FirebaseStorage inizializzata con quell'app:

// Get the default bucket from a custom FirebaseApp
FirebaseStorage storage = FirebaseStorage.GetInstance(customApp);

// Get a non-default bucket from a custom FirebaseApp
FirebaseStorage storage = FirebaseStorage.GetInstance(customApp, "gs://my-custom-bucket");

Prossimi passi