Google 致力于为黑人社区推动种族平等。查看具体举措

Ulteriori informazioni su Web e Firebase

Mentre sviluppi un'app Web utilizzando Firebase, potresti incontrare concetti sconosciuti o aree in cui hai bisogno di maggiori informazioni per prendere le decisioni giuste per il tuo progetto. Questa pagina ha lo scopo di rispondere a queste domande o indirizzarti a risorse per saperne di più.

Se hai domande su un argomento non trattato in questa pagina, visita una delle nostre community online . Inoltre, aggiorneremo periodicamente questa pagina con nuovi argomenti, quindi ricontrolla per vedere se abbiamo aggiunto l'argomento che desideri conoscere.

SDK versioni 8 e 9

Firebase fornisce due versioni dell'SDK per le app Web:

  • Versione 8. Questa è l'interfaccia JavaScript che Firebase ha mantenuto per diversi anni ed è familiare agli sviluppatori Web con le app Firebase esistenti. Poiché Firebase rimuoverà il supporto per questa versione dopo un ciclo di rilascio principale, le nuove app dovrebbero invece adottare la versione 9.
  • Versione modulare 9 . Questo SDK introduce un approccio modulare che fornisce dimensioni ridotte dell'SDK e maggiore efficienza con i moderni strumenti di compilazione JavaScript come webpack o Rollup .

La versione 9 si integra bene con gli strumenti di compilazione che rimuovono il codice che non viene utilizzato nella tua app, un processo noto come "scuotimento dell'albero". Le app create con questo SDK beneficiano di footprint di dimensioni notevolmente ridotte. La versione 8, sebbene disponibile come modulo, non ha una struttura strettamente modulare e non prevede lo stesso grado di riduzione delle dimensioni.

Sebbene la maggior parte dell'SDK della versione 9 segua gli stessi schemi della versione 8, l'organizzazione del codice è diversa. In generale, la versione 8 è orientata verso uno spazio dei nomi e un modello di servizio, mentre la versione 9 è orientata verso funzioni discrete. Ad esempio, il concatenamento di punti della versione 8, come firebaseApp.auth() , viene sostituito nella versione 9 da una singola funzione getAuth() che accetta firebaseApp e restituisce un'istanza di autenticazione.

Ciò significa che le app Web create con la versione 8 o precedente richiedono il refactoring per sfruttare l'approccio modulare della versione 9. Firebase fornisce librerie di compatibilità per facilitare tale transizione; vedere la guida all'aggiornamento per ulteriori dettagli.

Cosa è supportato?

Sebbene la versione 8 e la versione 9 abbiano stili di codice diversi, forniscono un supporto molto simile per le funzionalità e le opzioni di Firebase. Come descriveremo in dettaglio in questa guida, entrambe le versioni dell'SDK supportano le varianti JavaScript e Node.js insieme a diverse opzioni per l'aggiunta/installazione degli SDK.

Aggiungi SDK con 8.0 (con spazio dei nomi) 9.0 (modulare)
npm
  • Per javascript
  • Per Node.js
  • Per javascript
  • Per Node.js
CDN (Rete per la distribuzione di contenuti)
  • Per javascript
  • Per javascript
URL di hosting
  • Per javascript
  • Per Node.js

Per ulteriori informazioni, consulta Modalità per aggiungere gli SDK Web alla tua app e le varianti dell'SDK Web Firebase più avanti in questa pagina.

Versione 9 per nuove app

Se stai iniziando una nuova integrazione con Firebase, puoi attivare l'SDK della versione 9 quando aggiungi e inizializzi l'SDK .

Mentre sviluppi la tua app, tieni presente che il tuo codice sarà organizzato principalmente attorno a functions . Nella versione 9, i servizi vengono passati come primo argomento e la funzione utilizza quindi i dettagli del servizio per fare il resto. Per esempio:

import { getAuth, onAuthStateChanged } from "firebase/auth";

const auth = getAuth(firebaseApp);
onAuthStateChanged(auth, user => {
  // Check for user status
});

Per ulteriori esempi e dettagli, consultare le guide per ciascuna area di prodotto e la documentazione di riferimento della versione 9 .

Modi per aggiungere i Web SDK alla tua app

Firebase fornisce librerie JavaScript per la maggior parte dei prodotti Firebase, inclusi Remote Config, FCM e altro. Il modo in cui aggiungi gli SDK Firebase alla tua app Web dipende dagli strumenti che stai utilizzando con la tua app (come un bundler di moduli) o se la tua app viene eseguita in un ambiente diverso dal browser come Node.js.

Puoi aggiungere una qualsiasi delle librerie disponibili alla tua app tramite uno dei metodi supportati:

  • npm (per bundler di moduli e Node.js)
  • CDN (rete di distribuzione dei contenuti)

Per istruzioni dettagliate sulla configurazione, consulta Aggiungere Firebase alla tua app JavaScript . Il resto di questa sezione contiene informazioni utili per scegliere tra le opzioni disponibili.

npm

Il download del pacchetto Firebase npm (che include i bundle browser e Node.js) fornisce una copia locale dell'SDK Firebase, che potrebbe essere necessaria per applicazioni diverse dal browser come le app Node.js, React Native o Electron. Il download include i bundle Node.js e React Native come opzione per alcuni pacchetti. I bundle Node.js sono necessari per la fase di rendering lato server (SSR) dei framework SSR.

L'utilizzo di npm con un bundler di moduli come webpack o Rollup offre opzioni di ottimizzazione per "scuotire l'albero" del codice inutilizzato e applicare polyfill mirati, che possono ridurre notevolmente l'ingombro della tua app. L'implementazione di queste funzionalità può aggiungere un po' di complessità alla configurazione e alla catena di compilazione, ma vari strumenti CLI tradizionali possono aiutare a mitigare questo problema. Questi strumenti includono Angular , React , Vue , Next e altri.

In sintesi:

  • Fornisce una preziosa ottimizzazione delle dimensioni dell'app
  • Sono disponibili strumenti robusti per gestire i moduli
  • Obbligatorio per SSR con Node.js

CDN (rete di distribuzione dei contenuti)

L'aggiunta di librerie archiviate nel CDN di Firebase è un semplice metodo di configurazione dell'SDK che potrebbe essere familiare a molti sviluppatori. Utilizzando il CDN per aggiungere gli SDK, non avrai bisogno di uno strumento di compilazione e la tua catena di compilazione potrebbe tendere ad essere più semplice e più facile da utilizzare rispetto ai bundler di moduli. Se non sei particolarmente preoccupato per le dimensioni installate della tua app e non hai requisiti speciali come il transpiling da TypeScript, allora CDN potrebbe essere una buona scelta.

In sintesi:

  • Familiare e semplice
  • Appropriato quando le dimensioni dell'app non sono una preoccupazione importante
  • Appropriato quando il tuo sito web non utilizza strumenti di creazione.

Varianti di Firebase Web SDK

Attualmente, Firebase offre due varianti di Web SDK:

  • Un pacchetto JavaScript che supporta tutte le funzionalità di Firebase per l'utilizzo nel browser.
  • Un pacchetto Node.js lato client che supporta molte funzionalità di Firebase, ma non tutte. Consulta l'elenco degli ambienti supportati .

Entrambe queste varianti dell'SDK sono progettate per aiutare a creare app Web o app client per l'accesso dell'utente finale, ad esempio in un'applicazione Node.js desktop o IoT. Se il tuo obiettivo è configurare l'accesso amministrativo da ambienti con privilegi (come i server), utilizza invece l' SDK Firebase Admin .

Rilevamento dell'ambiente con bundler e framework

Quando installi Firebase Web SDK utilizzando npm, vengono installate entrambe le versioni JavaScript e Node.js. Il pacchetto fornisce un rilevamento dettagliato dell'ambiente per abilitare i bundle giusti per la tua applicazione.

Se il tuo codice utilizza le istruzioni Node.js require , l'SDK trova il bundle specifico del nodo. In caso contrario, le impostazioni del bundler devono essere calcolate correttamente per rilevare il campo del punto di ingresso corretto nel file package.json (ad esempio, main , browser o module ). Se riscontri errori di runtime con l'SDK, verifica che il bundler sia configurato per dare la priorità al tipo corretto di bundle per il tuo ambiente.

Ulteriori informazioni sull'oggetto di configurazione di Firebase

Per inizializzare Firebase nella tua app, devi fornire la configurazione del progetto Firebase della tua app. Puoi ottenere il tuo oggetto di configurazione Firebase in qualsiasi momento.

  • Non è consigliabile modificare manualmente l'oggetto di configurazione, in particolare le seguenti "opzioni Firebase" obbligatorie: apiKey , projectId e appID . Se inizializzi la tua app con valori non validi o mancanti per queste "opzioni Firebase" obbligatorie, gli utenti della tua app potrebbero riscontrare problemi seri.

  • Se hai abilitato Google Analytics nel tuo progetto Firebase, il tuo oggetto di configurazione contiene il campo measurementId . Ulteriori informazioni su questo campo nella pagina introduttiva di Analytics .

  • Se abiliti Google Analytics o Realtime Database dopo aver creato la tua app Web Firebase, assicurati che l'oggetto di configurazione Firebase che utilizzi nella tua app sia aggiornato con i valori di configurazione associati ( rispettivamente measurementId e databaseURL ). Puoi ottenere il tuo oggetto di configurazione Firebase in qualsiasi momento.

Ecco il formato di un oggetto di configurazione con tutti i servizi abilitati (questi valori vengono popolati automaticamente):

var firebaseConfig = {
  apiKey: "API_KEY",
  authDomain: "PROJECT_ID.firebaseapp.com",
  // The value of `databaseURL` depends on the location of the database
  databaseURL: "https://DATABASE_NAME.firebaseio.com",
  projectId: "PROJECT_ID",
  storageBucket: "PROJECT_ID.appspot.com",
  messagingSenderId: "SENDER_ID",
  appId: "APP_ID",
  // For Firebase JavaScript SDK v7.20.0 and later, `measurementId` is an optional field
  measurementId: "G-MEASUREMENT_ID",
};

Librerie disponibili

Opzioni di configurazione aggiuntive

Ritardare il caricamento degli SDK Firebase (da CDN)

Puoi ritardare l'inclusione degli SDK Firebase fino al caricamento dell'intera pagina. Se utilizzi gli script CDN della versione 9 con <script type="module"> , questo è il comportamento predefinito. Se stai utilizzando gli script CDN della versione 8 come modulo, completa questi passaggi per posticipare il caricamento:

  1. Aggiungi un flag di defer a ciascun tag di script per gli SDK di Firebase, quindi rinvia l'inizializzazione di Firebase utilizzando un secondo script, ad esempio:

    <script defer src="https://www.gstatic.com/firebasejs/8.10.1/firebase-app.js"></script>
    
    <script defer src="https://www.gstatic.com/firebasejs/8.10.1/firebase-auth.js"></script>
    <script defer src="https://www.gstatic.com/firebasejs/8.10.1/firebase-firestore.js"></script>
    
    // ...
    
    <script defer src="./init-firebase.js"></script>
    
  2. Crea un file init-firebase.js , quindi includi quanto segue nel file:

    // TODO: Replace the following with your app's Firebase project configuration
    var firebaseConfig = {
      // ...
    };
    
    // Initialize Firebase
    firebase.initializeApp(firebaseConfig);
    

Utilizza più progetti Firebase in un'unica app

Nella maggior parte dei casi, devi solo inizializzare Firebase in un'unica app predefinita. Puoi accedere a Firebase da quell'app in due modi equivalenti:

Web version 9

import { initializeApp } from "firebase/app";
import { getStorage } from "firebase/storage";
import { getFirestore } from "firebase/firestore";

// Initialize Firebase with a "default" Firebase project
const defaultProject = initializeApp(firebaseConfig);

console.log(defaultProject.name);  // "[DEFAULT]"

// Option 1: Access Firebase services via the defaultProject variable
let defaultStorage = getStorage(defaultProject);
let defaultFirestore = getFirestore(defaultProject);

// Option 2: Access Firebase services using shorthand notation
defaultStorage = getStorage();
defaultFirestore = getFirestore();

Web version 8

// Initialize Firebase with a "default" Firebase project
const defaultProject = firebase.initializeApp(firebaseConfig);

console.log(defaultProject.name);  // "[DEFAULT]"

// Option 1: Access Firebase services via the defaultProject variable
let defaultStorage = defaultProject.storage();
let defaultFirestore = defaultProject.firestore();

// Option 2: Access Firebase services using shorthand notation
defaultStorage = firebase.storage();
defaultFirestore = firebase.firestore();

A volte, tuttavia, è necessario accedere a più progetti Firebase contemporaneamente. Ad esempio, potresti voler leggere i dati dal database di un progetto Firebase ma archiviare i file in un altro progetto Firebase. Oppure potresti voler autenticare un progetto mantenendo un secondo progetto non autenticato.

Firebase JavaScript SDK ti consente di inizializzare e utilizzare più progetti Firebase contemporaneamente in una singola app, con ogni progetto che utilizza le proprie informazioni di configurazione Firebase.

Web version 9

import { initializeApp, getApp } from "firebase/app";
import { getStorage } from "firebase/storage";
import { getFirestore } from "firebase/firestore";

// Initialize Firebase with a default Firebase project
initializeApp(firebaseConfig);

// Initialize Firebase with a second Firebase project
const otherProject = initializeApp(otherProjectFirebaseConfig, "other");

console.log(getApp().name);  // "[DEFAULT]"
console.log(otherProject.name);    // "otherProject"

// Use the shorthand notation to access the default project's Firebase services
const defaultStorage = getStorage();
const defaultFirestore = getFirestore();

// Use the otherProject variable to access the second project's Firebase services
const otherStorage = getStorage(otherProject);
const otherFirestore = getFirestore(otherProject);

Web version 8

// Initialize Firebase with a default Firebase project
firebase.initializeApp(firebaseConfig);

// Initialize Firebase with a second Firebase project
const otherProject = firebase.initializeApp(otherProjectFirebaseConfig, "other");

console.log(firebase.app().name);  // "[DEFAULT]"
console.log(otherProject.name);    // "otherProject"

// Use the shorthand notation to access the default project's Firebase services
const defaultStorage = firebase.storage();
const defaultFirestore = firebase.firestore();

// Use the otherProject variable to access the second project's Firebase services
const otherStorage = otherProject.storage();
const otherFirestore = otherProject.firestore();

Eseguire un server Web locale per lo sviluppo

Se stai creando un'app web, alcune parti dell'SDK JavaScript di Firebase richiedono che la tua app web venga pubblicata da un server anziché dal file system locale. Puoi utilizzare l'interfaccia a riga di comando di Firebase per eseguire un server locale.

Se hai già configurato Firebase Hosting per la tua app, potresti aver già completato molti dei passaggi seguenti.

Per servire la tua app web, utilizzerai l'interfaccia a riga di comando di Firebase, uno strumento da riga di comando.

  1. Consulta la documentazione dell'interfaccia a riga di comando di Firebase per informazioni su come installare l'interfaccia a riga di comando o eseguire l'aggiornamento alla versione più recente .

  2. Inizializza il tuo progetto Firebase. Esegui il comando seguente dalla radice della directory dell'app locale:

    firebase init

  3. Avviare il server locale per lo sviluppo. Esegui il comando seguente dalla radice della directory dell'app locale:

    firebase serve

Risorse open source per gli SDK JavaScript di Firebase

Firebase supporta lo sviluppo open source e incoraggia i contributi e il feedback della community.

SDK JavaScript Firebase

La maggior parte degli SDK JavaScript di Firebase sono sviluppati come librerie open source nel nostro repository GitHub pubblico di Firebase .

Esempi di avvio rapido

Firebase conserva una raccolta di esempi di avvio rapido per la maggior parte delle API Firebase sul Web. Trova queste guide di avvio rapido nel nostro repository di avvio rapido GitHub pubblico di Firebase . Puoi utilizzare queste guide di avvio rapido come codice di esempio per l'utilizzo degli SDK Firebase.